La Tuscia

La Tuscia è una nobile terra tra Roma e la Maremma Toscana. Qui arrivarono e si insediarono gli Etruschi che portarono dall’Asia Minore l’olivo, segno di pace, dono che la natura ha fatto agli uomini perchè desse loro un frutto straordinario che ha trovato in questa area la cultura e la tradizione per diventare un prodotto di alta qualità.

Il nome indicava in origine un territorio assai vasto che comprendeva tutta l’Etruria storica, la Toscana, l’Umbria occidentale e l’Alto Lazio, che le diverse vicissitudini storiche hanno ripartito in tre macroaree: la “Tuscia romana”, corrispondente al Lazio settentrionale con l’antica provincia pontificia del Patrimonio di San Pietro, corrisponde oggi alla provincia di Roma nord fino al Lago di Bracciano; la “Tuscia ducale”, che includeva i territori del Lazio e dell’Umbria occidentale soggetti al Ducato di Spoleto; la “Tuscia longobarda”, grossomodo l’attuale Toscana, comprendente i territori sottoposti ai Longobardi e costituenti il Ducato di Tuscia.

Per visitare la Tuscia si può partire da Viterbo, la città dei Papi, dove si può trovare un importante Centro Termale oltre alla famosa Villa Lante, nota per i suoi giardini e le sue fontane, ma anche il Centro Botanico delle Peonie, fino ai comuni limitrofi come Trevignano che si affaccia con le sue spiagge sul grande lago di Bracciano dominato dal famoso castello degli Odescalchi; Sutri dove nell’anfiteatro romano si tiene una importante stagione estiva di concerti e rappresentazioni teatrali; Nepi, dominata dal Castello Borgia nel cui cortile, nella stagione estiva, si tengono serate di intrattenimento; il Parco dei Cimini per indimenticabili passeggiate fino a 1058 m. di altezza e il lago di Vico; Caprarola con il fantastico Palazzo Farnese ed il suo Museo multimediale; oppure la possibilità di escursioni al mare tra il porto di Civitavecchia e la vecchia città di Tarquinia, famosa per le sue tombe etrusche e per il Museo.